altrocalcio

Cosa succede quando, a causa dell’attuale crisi economica e della rigidità istituzionale di alcuni enti preposti, il consueto appuntamento settimanale di calcio giocato rischia di saltare, privandoti così di una delle poche cose che aiuta a scaricare lo stress ed allo stesso tempo favorisce i rapporti sociali?
C’è chi si rassegna e non fa nulla e c’è chi invece da’ vita a qualcosa di nuovo, di differente e soprattutto di più economico.

Nuovo Logo Poggio Tre Galliopes ItaliaÈ così che nasce ALTROCALCIO, dalla volontà dell’ASD Poggiotregalli di Potenza che, affiliata all’OPES, (ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI) organizza un campionato amatoriale di calcio a undici che rompe gli schemi e riaccende la SETE di calcio (e non solo…).
Una delle attività che altrocalcio promuove è il “terzo tempo”, ossia la partita si sposta dal campo alla trattoria o al bar!

Altrocalcio, quindi, non è altro che il gioco del calcio nel senso proprio del termine, ossia uno sport praticato per il puro divertimento, per il gusto del gioco, per  il piacere di stare con gli altri, per socializzare e per fraternizzare, lontano dal business, dalla politica e dal potere. Tutto ciò è divenuto realtà nel 2013.

La quota di partecipazione che le squadre versano viene utilizzata per le spese relative al torneo, come il pagamento degli arbitri e il mantenimento del sito web.

Tra le novità proposte spicca la presenza del doppio arbitro in campo eliminando l’inutile obbligo dei dirigenti, messi a disposizione dalle società, per sostituire i guardalinee. Il regolamento proposto viene incontro alle esigenze delle squadre ma allo stesso tempo garantisce lo svolgimento corretto del campionato.

L’ASD Poggiotregalli da’ le linee guida e coordina le attività, con la collaborazione dell’OPES, ma è molto importante il coinvolgimento di tutte le società iscritte nelle decisioni, alle modifiche del regolamento e su tutte le questioni che riguardano il campionato.

A tal proposito, vogliamo rivolgere un grande ringraziamento a tutte le società che hanno aderito e che continuano ad aderire.

L’augurio è quello di continuare a diffondere questa idea di calcio, questa idea di sport, privilegiando gli interessi collettivi a quelli personali.